Masculinity +: Sexual and Reproductive Health and Rights (SRHR)

Pubblicato il

Che cosa dice la ricerca sui collegamenti tra norme maschili e salute e diritti riproduttivi sessuali?

(Promundo-US) (20 febbraio 2020)

Soddisfare le esigenze di salute sessuale e riproduttiva (SRH) insoddisfatte è un obbligo sanitario globale urgente. Le infezioni a trasmissione sessuale (IST), lHIV e lAIDS, le gravidanze involontarie e con tempismo errato, la scarsa igiene mestruale e la morbilità correlata alla maternità rappresentano il 14\% del carico globale di malattia, a proporzione che è rimasta invariata dal 1990 .

Le disuguaglianze di genere e le norme di genere continuano a rappresentare ostacoli significativi al miglioramento della salute sessuale e riproduttiva. Norme e atteggiamenti maschili dannosi possono avere uninfluenza negativa sulla salute e sul benessere, spesso plasmando i comportamenti degli uomini in modi che hanno un impatto diretto sulla salute sessuale e riproduttiva e sui diritti dei loro partner, delle loro famiglie e di se stessi.

Che cosa dice la nostra ricerca sui legami tra mascolinità e salute e diritti sessuali e riproduttivi (SRHR)?

Getting to Equal: Men, Gender Equality and Sexual and Reproductive Health and Rights report

1. Norme maschili dannose in famiglia possono influenzare se le donne rivelano gravidanze e se e come possono cercare cure per laborto.

Il ruolo percepito di uomini e padri nella famiglia – ad esempio, come decisione finale o autorevole -makers – possono influenzare i comportamenti di ricerca della salute delle donne. Come mostra il rapporto Getting to Equal , se una donna sente il bisogno di evitare di rivelare una gravidanza a un uomo per paura della sua reazione , linterferenza o labbandono è uninfluenza importante sulle decisioni di alcuni individui quando si tratta di: cercare un aborto, la segretezza e lurgenza della procedura e il livello di rischio assunto. Considerando che gli uomini che svolgono ruoli di supporto come partner nel processo decisionale possono usare la loro posizione per sostenere aborti sicuri accedendo alle informazioni, fornendo risorse economiche e supporto emotivo.

2. Uomini e ragazzi adolescenti che aderiscono a norme maschili dannose tendono ad avere atteggiamenti negativi verso luso del preservativo, hanno più partner sessuali e maggiori possibilità di contrarre le malattie sessualmente trasmissibili.

Nonostante i loro numerosi vantaggi sociali ed economici, gli uomini hanno meno probabilità rispetto alle donne per cercare assistenza sanitaria, per fare un test HIV o per iniziare e aderire al trattamento per lHIV, portando a risultati più poveri dellHIV. Norme maschili dannose – che promuovono lassunzione di rischi, la dominanza sessuale e linvulnerabilità – scoraggiano i comportamenti di ricerca della salute di uomini e ragazzi e spesso guidano la trasmissione dellHIV sia per gli uomini che per i loro partner . È più difficile per le donne in rapporti violenti negoziare i tempi dei rapporti sessuali e la coerenza nelluso del preservativo. Di conseguenza, le donne che denunciano la violenza da parte del partner hanno maggiori probabilità di essere infettate rispetto a quelle che non lo fanno, se sono partner di qualcuno con lHIV.

3. Le norme di genere si riflettono spesso negli atteggiamenti e nelle azioni degli operatori sanitari, rendendoli meno propensi a invitare il coinvolgimento degli uomini nella cura della salute riproduttiva.

Supporto premuroso degli uomini per lassistenza sanitaria riproduttiva, e in particolare materni, neonati e bambini lassistenza sanitaria (MNCH) può avere benefici per la madre e il bambino. Nella maggior parte del mondo, tuttavia, è ancora improbabile che gli uomini assistano alla nascita del loro bambino e molti non sono strettamente coinvolti nella cura di neonati e bambini piccoli da allora in poi. La ricerca di più paesi ha collegato i bassi livelli di coinvolgimento degli uomini in MNCH con la percezione – anche da parte degli operatori sanitari – che la gravidanza e lallattamento siano il dominio di una donna. Sebbene ci siano buone ragioni per cui alcuni servizi sanitari sono “isolati” e non includono partner – ad esempio, per accogliere popolazioni vulnerabili, come le donne che cercano assistenza dopo la violenza del partner intimo – la percezione che la responsabilità dellassistenza sanitaria ricada solo sulle spalle delle donne deve essere cambiato.

Come possiamo cambiare le norme di genere e coinvolgere ponderatamente gli uomini nella SRHR per sostenere il progresso delluguaglianza di genere in modo più ampio?

Foto di Justin Follis su Unsplash

La partecipazione limitata degli uomini alla SRHR è il risultato di disuguaglianze di genere, delle divisioni storiche relative a chi fa cosa in casa, del controllo patriarcale sui corpi delle donne e del nostro profondo disagio nel parlare con i nostri figli della sessualità.

Uneducazione sessuale completa, che cerca di identificare, sfidare e cambiare le norme e le relazioni di genere dannose, laccesso e il controllo delle risorse e le dinamiche di potere, al fine di promuovere lequità di genere e lagire individuale, devono iniziare presto con i ragazzi. E deve essere reso disponibile a tutte le persone nel corso della loro vita.

Quando uomini e ragazzi sono esposti a programmi che chiedono loro di identificare, sfidare e modificare norme di genere dannose, è più probabile che segnalino un aumento uso contraccettivo, compreso luso del preservativo. Inoltre, addestrare i futuri padri su come sostenere una gravidanza sana può aumentare la probabilità che gli uomini partecipino al lavoro domestico e incoraggiare e accompagnare i loro partner agli appuntamenti dal medico.

Andando avanti, sfidando lidea che il progresso della SRHR sia solo una questione femminile attraverso interventi ben sviluppati e ponderati che coinvolgano uomini e ragazzi – in modi che rispettano lautonomia delle donne – è fondamentale per migliorare la SRHR per tutti.

Pubblicato originariamente su https://promundoglobal.org il 20 febbraio 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *