Masculinity +: Chiedere supporto emotivo

Pubblicato il

Cosa dice la ricerca sui legami tra mascolinità e richiesta di aiuto?

(Promundo-US) (7 ottobre 2019)

Foto di Nathan McDine su Unsplash

Negli Stati Uniti e In tutto il mondo, agli uomini viene spesso detto di dare valore alla forza, al controllo e allautosufficienza e di evitare di essere vulnerabili o di chiedere aiuto. Le manifestazioni di tristezza, solitudine, affetto, amore e amicizia degli uomini – invece di essere riconosciute come autentiche e necessarie – sono troppo spesso interpretate come segni di debolezza o di incapacità di essere un “vero uomo”.

Le storie che vengono raccontate e le convinzioni sostenute su come gli uomini dovrebbero e non dovrebbero comportarsi, hanno gravi implicazioni per la vita di coloro che sono socializzati come uomini . I giovani uomini che credono nelle idee più restrittive sulla virilità – compreso il fatto che non dovrebbero essere vulnerabili o chiedere aiuto – hanno sempre più probabilità di abbuffarsi, fare il prepotente e molestare, mostrare segni di depressione e considerare il suicidio. / p>

Nel suo libro Deep Secrets , la ricercatrice Niobe Way rivela che sin dalla giovane età i ragazzi fanno riconoscere limportanza di strette amicizie e legami. Attingendo a centinaia di interviste con ragazzi adolescenti negli Stati Uniti, scopre che i ragazzi condividono i loro segreti e sentimenti più profondi con i loro amici maschi più stretti . Tuttavia, quando entrano nelladolescenza, i ragazzi diventano diffidenti, perdono queste amicizie e si sentono isolati e soli.

Cosa cambia man mano che i ragazzi crescono? Ricercatori e scrittori culturali sottolineano sempre più come le rigide norme maschili influenzano il modo in cui ragazzi e uomini pensano alle loro amicizie e come cercano supporto emotivo e connessioni.

“Il problema per me è … perché sono stato cresciuto in quel modo, non posso romperlo, come se anche quando vengo sul punto di piangere, non succede nulla. Mi siedo lì e mi arrabbio di più per quello che sta succedendo perché non riesco a smettere. Mi costringe solo ad andare più interno e non posso avere quello sbocco “.

Partecipante al Focus Group, Washington, DC, USA (The Man Box: A Study on Being a Young Uomo negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Messico)

Cosa dice la nostra ricerca sui legami tra mascolinità e richiesta di aiuto?

1. Idee rigide sulla “virilità” spesso caratterizzano la richiesta di aiuto come un segno di debolezza.

Secondo The Man Box , lo studio di Promundo su giovani uomini di età compresa tra i 18 ei 30 anni negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Messico, queste pressioni sullautosufficienza e sul non cercare mai aiuto sono ancora molto comuni nella vita degli intervistati. La maggior parte degli uomini negli Stati Uniti e nel Regno Unito ha riferito di aver incontrato listruzione sociale che “Un uomo che parla molto delle sue preoccupazioni, paure e problemi non dovrebbe davvero ottenere rispetto” e che “Gli uomini dovrebbero capire il loro personale problemi da soli senza chiedere aiuto agli altri “. Questi messaggi possono produrre la paura di apparire vulnerabili, che ha ancora una forte influenza sui comportamenti dei giovani uomini, in particolare per gli uomini nella casella delluomo. Riconoscere il dolore, fisico o emotivo, significa rischiare che i tuoi amici maschi o familiari ti dicano che non sei un “vero uomo”.

The Man Box: A Study on Being a Young Man negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Messico

2 . Quando gli uomini cercano sostegno, è dalle donne nella loro vita.

In linea con la regola Man Box secondo cui gli uomini devono essere autosufficienti, i giovani uomini dicono che hanno maggiori probabilità di fornire supporto emotivo a altri di loro devono essere emotivamente vulnerabili o cercare aiuto loro stessi. Quando cercano sostegno, è dalle donne nella loro vita: le loro madri, fidanzate o mogli. È molto più raro che i giovani uomini chiedano aiuto a un amico maschio e quasi mai lo fanno dai loro padri.

The Man Box: uno studio sullessere un giovane negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Messico

3. I giovani uomini sono ansiosi di avere spazi per parlare dei loro sentimenti e per parlare di genere, potere e relazioni con altri uomini.

In una recente valutazione di Virilità 2.0 , il programma di studi interattivo di Promundo di 13 ore e sette sessioni incentrato su genere, potere, relazioni, consenso e altro, i giovani riferiscono di aver apprezzato avere uno spazio condiviso e sicuro per parlare dei propri sentimenti e abbattere stereotipi sessuali. Inoltre, i partecipanti a Manhood 2.0 erano più propensi a riferire dopo lintervento che avevano qualcuno a cui rivolgersi quando si sentivano tristi, depressi o stressati.

Manhood 2.0: Panoramica del programma e risultati finali

Come possiamo cambiare le nostre aspettative sulle connessioni sociali degli uomini , e la virilità più in generale?

Molti dei comportamenti che la società identifica con la virilità, come lautosufficienza, latto aggressivo e laffermazione del controllo, vengono comunicati fin dalla tenera età e durante la vita dei ragazzi e degli uomini. Il modo in cui alleviamo i nostri figli e le storie che scegliamo di raccontare su come dovrebbero vivere le loro vite, ha un enorme impatto sul modo in cui abbracceranno o rifiuteranno gli stereotipi di genere. Per i genitori e per i coetanei, ciò significa che dobbiamo incoraggiare e affermare la vulnerabilità e la capacità dei ragazzi e degli uomini di formare e mantenere legami. Significa lasciare e creare spazio per conversazioni scomode e critiche su cosa significhi essere un uomo.

Risorse, come 9 consigli per i genitori: allevare i figli ad abbracciare una mascolinità sana e positiva prodotto da Promundo in collaborazione con Plan International USA, fornisce una guida basata su prove su come i genitori possono navigare nelle conversazioni sulla mascolinità sana, incoraggiare espressione di sé e aiutare i ragazzi a diventare gli uomini migliori che possono essere.

Pubblicato originariamente su https: //promundoglobal.org il 7 ottobre 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *