Le storie che ci hanno portato fino al 2020

Pubblicato il

Questo è une-mail da (mantapbosque), una newsletter tramite Il tuo telefono è esplosa con automatismo.

(26 dicembre 2020)

Cosè appena successo?

È difficile dirlo con certezza. Ci sono le cose ovvie. I modi in cui il nostro mondo e le nostre vite sono cambiati, probabilmente per sempre. Centinaia di momenti in cui i nostri colleghi si bloccano durante la chat video. Quindi, goffamente cercando di dire loro: “Sei congelato”. Questo è solo linizio.

Le persone si sono sempre rivolte a Medium per capire meglio il mondo e lun laltro, e questanno ne è stata la testimonianza definitiva. Siamo venuti qui per capire esattamente … cosa sta succedendo. Connettersi con scrittori che ci hanno informato, illuminato, sfidato e commosso. Per raccontare le nostre storie. Per sentirsi meno soli. Ogni giorno, le persone su Medium si riunivano per dare un senso a questo momento insolito e per imparare gli uni dagli altri durante il processo.

Per celebrare la fine di un anno che a volte sembrava un giorno senza fine (noi in realtà lo sto scrivendo martedì 263 marzo), volevamo condividere una piccola parte delle storie di Medium che ci hanno aiutato a elaborare questo momento storico. Ci auguriamo che apprezzerai rivisitarli tanto quanto noi.

Il 2020 ci ha quasi ingannato, puramente basato su gennaio. Ci siamo incontrati in ristoranti e uffici (vi ricordate quelli?), Facendo cose spericolate come abbracciarsi e stringersi la mano. Quando il principe Harry e Meghan Markle si sono trasferiti in Canada, Morgan Jerkins li ha elogiati per aver distrutto la monarchia e aver vissuto alle loro condizioni. “Cè giustizia poetica”, scrisse Jerkins, “in quanto [Markle] è sempre stato destinato a infrangere il protocollo perché in primo luogo non avrebbe mai dovuto esistere allinterno dellordine”.

Quello era Prima.

Mentre i tassi di coronavirus aumentavano negli Stati Uniti, Tomas Pueyo ha emesso un primo avvertimento: dobbiamo agire ora. Così abbiamo fatto, ritirandoci sui nostri divani per adempiere ai nostri doveri civici (guardare lo spettacolo della tigre e imparare cosè il lievito madre). Ci siamo “accovacciati”.

In tutto il mondo, hai fatto lo stesso. Hai scritto dallItalia, dalla Francia e oltre. Alcuni di voi hanno affrontato lincertezza di essere messi in quarantena lontano dai genitori, mentre altri hanno fatto una pazzia in acquisti online superflui. Anche i lavoratori in prima linea hanno raccontato le loro storie: Juliette Roanoke ci ha accompagnato una mattina come infermiera in ununità Covid-19.

Nel frattempo, gli epidemiologi si sono uniti agli impiegati delle poste e agli impiegati dei negozi di alimentari come i moderni eroi del 2020. Scienza e la giornalista sanitaria Dana G Smith hanno teorizzato che il Covid-19 potrebbe effettivamente essere una malattia dei vasi sanguigni (e la sua teoria è diventata virale). Il responsabile dellassistenza sanitaria di Obama Andy Slavitt e ogni singolo esperto di sanità pubblica ci hanno chiesto di indossare maschere. Ancora. E di nuovo. Oh, e ricordi quando non riuscivi a trovare la carta igienica da nessuna parte? Will Oremus ha svelato il mistero della carta igienica scomparsa.

È stato tutto un po travolgente, a essere onesti. Quando sono iniziati i blocchi e i ricchi sono entrati nelle loro capsule di salvataggio, alcuni di noi sono volati verso le nostre isole digitali …

Nel 2020, se non hai giocato tu stesso ad Animal Crossing, probabilmente conoscevi qualcuno che lo sapeva ( e continuavano a chiederti i prezzi delle rape, o qualcosa del genere). In un anno definito dalla distanza fisica, è stato confortante trovare comunità online. Quando non stavamo terraformando le nostre isole, ci stavamo connettendo in altri modi, come quando Marie Foulston ha organizzato una festa in un documento Google condiviso. O quando Kayla Medica ha inventato un gioco di omicidi su misura per Zoom. (Il gioco ti consente di interpretare il ruolo di leader mondiali nel 2020, ottimo per chiunque abbia guardato troppe notizie negli ultimi nove mesi.)

Abbiamo letto e ascoltato: ZORA Editors ha consegnato un elenco dei 100 più grandi libri di donne nere. (Mesi dopo, abbiamo ballato nei nostri salotti quando ci hanno benedetto con gli album più iconici creati da donne nere.) Abbiamo seguito il saggista Andrew Jazprose Hill in un viaggio in traghetto attraverso il Puget Sound, sfogliato foto di famiglia secolari e onorato i 40 migliori statisti anziani del rap. Su Instagram Live, abbiamo effettuato laccesso al Club Quarantine di DJ D-Nice, probabilmente la migliore festa da ballo socialmente distante della storia.

Ma nonostante tutti i nostri tentativi di fuga, non saremmo mai tornati alla “normalità” (un parola che è stata votata fuori dallisola questanno, insieme a “senza precedenti”). Il Great Gaslighting era davanti a noi, ha avvertito Julio Vincent Gambuto. “Normale” non era qualcosa da desiderare. Il 2020 ha esacerbato tutti i problemi con cui convivevamo da decenni. E abbiamo iniziato ad affrontarli.

Questanno, George Floyd, Breonna Taylor, Ahmaud Arbery e troppi altri uomini e donne neri sono stati uccisi dalla polizia e in atti di violenza razzista. Nelle settimane e nei mesi successivi allorribile omicidio di Floyd, gli scrittori hanno espresso rabbia, dolore, frustrazione e, soprattutto, stanchezza.Shenequa Golding ha esposto la farsa di mantenere la “professionalità” in unepoca di ingiustizie razziali, mentre Ramesh A Nagarajah ha parlato di come ci si sente ad essere il “simbolico amico nero”. Adrienne Samuels Gibbs ha chiesto a tutti noi di smetterla di nasconderci dietro un vago doppio linguaggio. E migliaia di voi hanno condiviso il resoconto anonimo di un ex agente di polizia di un sistema che necessita di un cambiamento duraturo.

Le persone hanno incanalato la loro indignazione nella politica. Kristin Richardson Jordan (KRJ) ha delineato strategie per limitare il danno che la polizia può infliggere alle comunità, a cominciare dal suo stesso quartiere a Central Harlem. Colin Kaepernick ha collaborato con LEVEL per sviluppare una serie di saggi che risalgono alla storia per immaginare un futuro migliore: Abolition for the People. Quando le proteste hanno raggiunto il culmine, Momentum ci ha assicurato che questo movimento è più di un momento. Alla fine, Barack Obama è intervenuto per convalidare la nostra indignazione esortandoci a portare le nostre convinzioni alle urne.

È impossibile parlare di questanno senza parlare delle nostre perdite: vite, lavoro, speranza, leadership. In California, gli incendi hanno ostruito laria e il cielo è diventato minacciosamente arancione. Ci siamo riuniti per piangere giganti come Kobe Bryant, John Lewis, Chadwick Boseman e Ruth Bader Ginsburg. Peter Rubin ci ha raccontato di quando ha incontrato il vero Alex Trebek (che è esattamente come lAlex Trebek che già conoscevamo). Tim Wu ci ha raccontato comera RBG alle feste. Ed Elizabeth Wurtzel è sempre stata se stessa, soprattutto nel suo saggio finale.

Quindi sì, dopo aver perso così tanto, è stato facile rinunciare al 2020. Troppo facile, probabilmente. Ma se cè qualcosa che sappiamo sul 2020, è che questanno non si ferma mai. Avevamo una storia da vivere.

Il tuo telefono è esploso con messaggi automatizzati di organizzazioni di base. I cartelli dei cantieri lottavano per la tua attenzione. Il nuovo iPhone non ha avuto nulla su un voto per assente. Aspetta, è una mosca? Qualunque sia la tua esperienza nel 2020, una cosa era chiara: lAmerica è divisa. Eppure.

Nel passato, Karlyn Borysenko ha condiviso comera partecipare a un raduno di Trump come democratico per tutta la vita. Gli sforzi di Borysenko per superare un divario politico enorme hanno risuonato con i lettori di entrambe le parti. Alcuni di noi hanno cercato di colmare queste divisioni nelle nostre stesse famiglie: Shannon Ashley ha aiutato sua madre a iniziare a vedere oltre le teorie del complotto politico, per esempio.

Un numero record di candidati democratici ha sfilato sulle fasi del dibattito e ha abbandonato le settimane di gara dopo. Joe Biden ha prevalso, a fine estate, come lultimo Dem in piedi. Jeff Flake lo ha approvato subito dopo la Convenzione Nazionale Democratica. Dallaltra parte del corridoio, anche Hillary Clinton. Poi, giorni prima dellinizio di quella che sarebbe diventata la settimana delle elezioni, Miles Taylor – lanonimo funzionario di Trump che aveva scritto un editoriale del New York Times – si è fatto avanti su Medium per dire la verità sulla sua esperienza lavorando per il nostro comandante in capo.

Aperte le urne, il paese ha trattenuto il fiato. Tutti avevano un meme del Nevada, per circa un giorno. Dopo quattro notti trascorse a guardare giornalisti privati ​​del sonno recitare i nomi di ogni contea del paese, abbiamo assistito alla diventare presidente eletto di Joe Biden.

Milioni di americani hanno invaso le strade. La gente ballava sulle macchine. Will Leitch ci ha ricordato quanto… anormale sia, visto che Bonsu Thompson ha sfidato gli americani a guardare se stessi. E quando le nipoti di Kamala Harris sono salite sul palco dopo quel discorso di vittoria, la scrittrice Gisele Perez ha visto se stessa più giovane.

A molti è sembrato che le elezioni fossero lultimo ostacolo del 2020. Forse lo era, ma anche il 2020 ci ha insegnato che la certezza non è garantita. Eppure, mentre abbiamo vissuto la storia, abbiamo anche vissuto … la vita. Era strano, ma la vita è accaduta questanno, di solito quando ci siamo scollegati.

A volte, la vita è stata divertente. Ricordi quando Emery Schindler tostò Coffee People (e i loro acerrimi rivali, Tea People)? O quando Rae Paoletta ha spiegato perché i gatti medievali sono così? Che ne dici di Corona Comics di Chaz Hutton? E chi di noi dimenticherà la notte in cui Susan Orlean ha incontrato un cucciolo di cavallo e … beh, dovrai solo leggerlo.

Ci sono stati anche momenti più tranquilli. A ottobre, Chrissy Teigen ha scritto un bellissimo e coraggioso saggio sulla perdita di suo figlio. Matt McGorry ha imparato a lasciarsi andare. Elizabeth Hackett si ricordava di sua madre. Roxane Gay ha descritto esattamente come ci si sente ad apprezzare semplicemente la persona che ami.

Le tue voci, prospettive e idee hanno plasmato il modo in cui tutti abbiamo elaborato e ricorderanno le montagne russe di un anno. Grazie per essere qui. Il 2021 è davanti a noi e ci sono altre storie da raccontare.

Staff medio

https://green360.instructure.com/eportfolios/82595/Home/2020\_Soul\_
https://green360.instructure.com/eportfolios/82596/ Home page / 2020Soulbluray
https: //green360.instructure.com / eportfolios / 82597 / Home / Soul\_2020HD2020\_\_1080p
https://green360.instructure.com/eportfolios/82598/Home/A\_Leg2020HD2020\_\_1080p
https://green360.instructure.com/eportfolios/82601/Home/2020A\_Legbluray
https://green360.instructure.com/eportfolios/82602/Home/\_\_2020HDA\_Leg2020\_\_4K
https://green360.instructure.com/eportfolios/82603/ Home page / \_\_ 2020HD\_Abe\_
https://green360.instructure.com/eportfolios/82604/Home/HD2020\_Abe\_
https://green360.instructure.com/eportfolios/82605/Home/\_Hd20201080p

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *