Lamministrazione Trump sostiene la politica studentesca internazionale

Pubblicato il

(Katya M . Rodriguez) (15 luglio 2020)

Nel negli ultimi mesi il mondo dellistruzione è stato imprevedibile. Nel bel mezzo di una pandemia globale, i distretti K-12 e gli istituti di istruzione superiore stanno sviluppando piani per la riapertura delle scuole nellautunno 2020. Ci sono molte domande che rimangono senza risposta a causa dellincertezza del virus COVID-19 e del suo progresso nel vaccino. Poiché vi è molta ambiguità, molte politiche vengono riviste e modificate mentre altre vengono create e implementate. Allinizio di questo mese, lamministrazione Trump ha proposto una politica federale che dichiarava che gli studenti internazionali avrebbero dovuto lasciare il paese se fossero stati iscritti a corsi solo online nel prossimo semestre. Il 14 luglio 2020, lamministrazione ha fatto marcia indietro e ha annullato la sua proposta dopo aver concluso una causa legale, garantendo la vittoria a oltre un milione di studenti internazionali negli Stati Uniti

Questo articolo fornisce una breve panoramica dei potenziali impatti di questo policy avrebbe potuto esercitare e ciò che è servito a questa amministrazione per cambiare rotta.

Impatto della policy prevenuto

Dopo aver letto il Nella dichiarazione dellImmigration and Custom Enforcement (ICE), il mio pensiero iniziale era che la loro intenzione fosse semplicemente quella di impedire ai non cittadini di essere nel paese, perpetuando così la xenofobia. Non è un segreto che il presidente spinga continuamente per politiche etnocentriche e questo è semplicemente un altro esempio di tale comportamento. Dopo unulteriore revisione, è apparso chiaro che, oltre ad essere discriminatoria, questa politica avrebbe avuto un impatto significativo sul paese. Di seguito sono riportati tre impatti che ritengo siano stati evitati non implementando questa norma.

Impatto economico

Lattuale spinta dellamministrazione alla riapertura è in gran parte dovuta alla loro convinzione che questa azione sia vitale per stimolare leconomia e abrogando questa politica, gli Stati Uniti hanno evitato di perdere miliardi di dollari. L Institute of International Education ha dimostrato che nel 2010 gli studenti internazionali hanno apportato circa 20 miliardi di dollari alleconomia, 35 miliardi di dollari nel 2015 e oltre 50 miliardi di dollari nel 2017, il che significa che i numeri di oggi sono esponenzialmente più alti. Tenere le porte aperte agli studenti stranieri garantisce che manterremo la loro attività migliorando così la nostra economia.

Impatto sulla salute pubblica

ICE ha affermato di aver modificato la propria politica per far fronte a COVID-19 e di “ aiutare a rilevare e rallentare la diffusione del virus. “I Centers for Disease Control and Prevention ( CDC ) afferma che” il modo migliore per prevenire la malattia è evitare essere esposti al virus ”e suggeriscono di evitare il contatto ravvicinato con persone che vivono fuori dalla propria famiglia. La politica revocata dellICE richiedeva che gli studenti frequentassero lezioni di persona, il che significava che sarebbero stati in una stanza con molte persone che vivono fuori dalla loro famiglia. Pertanto, molto probabilmente abbiamo prevenuto unepidemia di COVID-19 e potenzialmente abbreviato lo stato della pandemia negli Stati Uniti.

Impatto sugli studenti

Soprattutto, dobbiamo riconoscere limpatto che questa politica avrebbe avuto sugli studenti. La pandemia , da sola, sta causando un drammatico aumento dei livelli di ansia e depressione, uno spostamento dei piani professionali, un impatto negativo sul rendimento degli studenti e molto altro ancora. Limplementazione di questa politica avrebbe aumentato le sfide e i traumi degli studenti, come:

  • Ritorno in paesi non sicuri, tra cui guerra, povertà e le famiglie tossiche
  • Vivere una mancanza di risorse, come lelettricità o lassistenza sanitaria
  • Rischiare di essere esposti a COVID-19 negli aeroporti
  • Incontrare confini chiusi e non avere un posto dove andare
  • Incontrare restrizioni nazionali che impediscono agli studenti di tornare negli Stati Uniti

Le implicazioni di questo cambiamento di politica avrebbero potuto essere caotiche per leconomia, lo stato di la pandemia e la vita di molti studenti che hanno scelto di venire negli Stati Uniti per ottenere unistruzione. Fortunatamente, lamministrazione Trump si è resa conto del proprio errore e lo ha ripreso.

Cosa ci è voluto

Da quando questa dichiarazione è stata rilasciata, i college e le università di tutti gli Stati Uniti hanno espresso il loro disaccordo con tale politica e ha agito contro di essa. Harvard University & il Massachusetts Institute of Technology (MIT ) ha intentato una causa contro il Department of Homeland Security e ICE per la sua politica proposta. Cerano un totale di otto cause legali federali, oltre duecento atti giudiziari a sostegno della causa iniziale e la resistenza di molte altre università. Singoli professori di varie istituzioni hanno creato corsi di studio indipendenti e studenti in tutto il paese hanno creato corsi appositamente progettati per studenti internazionali. Molte parti interessate negli istituti di istruzione superiore erano preoccupate per questo rilascio improvviso e inaspettato e hanno agito rapidamente in risposta. Inoltre, cerano diverse petizioni a sostegno degli studenti internazionali.

Come possiamo vedere da questa ritrattazione delle norme, lattuale amministrazione ha hanno dimostrato di aver intrapreso unazione senza assicurarsi di rispettare la legge , come affermato da un avvocato di Harvard & Querela del MIT, Maura Healey.

MA Attorney General celebra la vittoria nella causa

Conclusione

Dopo diverse cause legali federali, petizioni e continue sollecitazioni da parte degli studenti, professori, rappresentanti locali / statali e, soprattutto, istituti di istruzione superiore, lamministrazione Trump ha annullato la sua politica proposta. Gli studenti internazionali ora possono respirare ed essere certi che potranno rimanere nel paese, almeno per ora. Questa non è la prima volta che lamministrazione suggerisce di implementare questo tipo di politiche etnocentriche e, sulla base degli sforzi precedenti, è molto probabile che una politica simile verrà proposta nel prossimo futuro.

Su unaltra nota, trovo è interessante notare che è bastata una causa da parte di alcuni noti istituti di istruzione superiore e allinterno di una settimana , lamministrazione Trump ha immediatamente ritirato. Questo mi fa riflettere sul gioco di potere e su come funziona il sistema. Di quante altre persone al potere abbiamo bisogno per lottare contro lamministrazione perché smetta di separare famiglie o tenere i bambini in gabbia? Dobbiamo continuare a spingere fino a quando non ritirano ogni altra politica insostenibile che hanno in atto e sviluppano approcci più equi e incentrati sulluomo per affrontare il sistema di immigrazione americano.

Modifica: ICE confermato che gli studenti universitari in arrivo, o le matricole, che sono iscritti in linea- solo i corsi dovranno rimanere nel loro paese dorigine nel prossimo semestre. Vedere la loro dichiarazione di seguito:

In conformità con le indicazioni di marzo 2020, gli studenti non immigranti in stato nuovo o iniziale dopo il 9 marzo non lo faranno essere in grado di entrare negli Stati Uniti per iscriversi a una scuola statunitense come studente non immigrato per il semestre autunnale per seguire un corso di studi completo che sia online al 100\%. Inoltre, i funzionari scolastici designati non devono rilasciare un modulo I-20 a uno studente non immigrato in stato nuovo o iniziale che si trova al di fuori degli Stati Uniti e intende prendere lezioni presso un istituto scolastico certificato SEVP completamente online.

LUMINOSITÀ: cosa leggere, guardare, & ascoltare

Questa sezione include ciò che il nostro Equity Architects sta attualmente leggendo, ascoltando e / o guardando.

School Colors

Di Brooklyn Deep
Ascolta qui

School Colors è un podcast documentario su come razza, classe e potere plasmano le città e le scuole americane. Seguono generazioni di genitori ed educatori che lottano per i loro figli e la loro comunità in un quartiere nero in rapida evoluzione a Brooklyn, New York.

Perché COVID-19 è il nostro controllo di equità

di Dena Simmons
Leggi qui

In questo articolo, Simmons descrive la sua esperienza di crescita a New York mentre riflette su come COVID-19 sta influenzando i nostri giovani, gli adulti e le comunità in generale. Spiega come questo virus stia amplificando i problemi esistenti, afferma limportanza di costruire collaborazioni e incoraggia i lettori a imparare dalle pause. Afferma che “con gli studenti dispersi, le scuole e la nostra società devono affrontare le iniquità in ebollizione.”

Talking to Strangers

di Malcolm Gladwell
Ascolta qui

Talking to Strangers studia i problemi di comunicazione, le interazioni e i presupposti che le persone fanno quando hanno a che fare con quelli che non hanno conoscere. Per esprimere il suo punto di vista, Gladwell copre una serie di eventi e questioni, tra cui larresto e la successiva morte di Sandra Bland; la talpa cubana Ana Montes; lo scandalo degli abusi sessuali su minori di Jerry Sandusky; e altro ancora.
* Disponibile nel libro & Versioni udibili.

The Undocumented Americans

di Karla Cornejo Villavicencio
Leggi qui

Uno dei primi immigrati privi di documenti a laurearsi ad Harvard rivela le vite nascoste dei suoi compagni americani privi di documenti in questo ritratto di una nazione profondamente personale e innovativo.

Filth on Philanthropy

di Tiffany Lethabo ed Ewuare Osayande
Leggi qui

The Filth on Philanthropy: Progressive philanthropy agenda to misdirect social giustizia movement è un capitolo di un libro intitolato “Incite! La rivoluzione non sarà finanziata: oltre il complesso industriale senza scopo di lucro. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *