La co-fondatrice di Monet Joanna Shan: la generazione Z riguarda comunità

Pubblicato il

(Ali Montag)

Nella autunno del 2020, Joanna Shan avrebbe dovuto iniziare il suo secondo anno come studentessa presso lUniversità della Pennsylvania. Invece, lei e quattro amici si sono presi un anno sabbatico, si sono trasferiti insieme a Portland e hanno iniziato a lavorare su unidea che avevano pensato durante lestate: come sarebbe stata unapp di appuntamenti meno imbarazzante?

con Monet , unapp di appuntamenti in cui invii un disegno, uno schizzo o uno scarabocchio come prima mossa. Niente più messaggi diretti che dicono semplicemente: “Ehi”.

Shan, insieme a Daniel Huang, Jonathan Xue e Marc Liu hanno iniziato il brainstorming a giugno, si sono trasferiti insieme a settembre, hanno lanciato una beta in ottobre e hanno implementato unapp a tutti gli effetti a dicembre. Shan ha condiviso i video dei traguardi del team su TikTok, raccogliendo centinaia di migliaia di visualizzazioni e migliaia di beta tester.

Oggi, Monet ha 20.000 utenti, una comunità Discord di 2.000 membri e $ 500.000 in finanziamenti iniziali da investitori come Pear VC , uno dei primi investitori in DoorDash e Sahil Lavingia , il fondatore di Gumroad.

Degli utenti di Monet, il 94\% ha unetà compresa tra i 18 e i 24 anni, un gruppo demografico sempre più a disagio con le aspettative imposte dalle app come Bumble, Hinge o Tinder.

“Penso che molti giovani utilizzino queste piattaforme solo per divertirsi e per incontrare nuove persone”, dice Shan. “Questo modello di incontrare le persone uno a uno è davvero prezioso, ma ci sono modi in cui potrebbe essere meno superficiale e più significativo, pur rimanendo rilassato.”

Qui, Shan condivide il suo playbook per la costruzione unapp di appuntamenti più amichevole, marketing per la Gen Z e comunità stimolante. Le sue risposte sono state leggermente modificate e condensate.

Quali sono stati alcuni dei tuoi primi apprendimenti dal lancio dellapp?

Abbiamo imparato molto dagli utenti della nostra comunità Discord. Il nostro canale Discord è fino a 2.000 persone. Labbiamo iniziato come un luogo in cui le persone potevano condividere disegni, inizialmente pensando che le persone avrebbero condiviso i disegni ricevuti dalle partite. Una tesi alla base di Monet era che è una cosa interessante ricevere un disegno, qualcosa fatto personalmente per te.

Ma sorprendentemente, sono state principalmente le persone che condividono disegni che hanno realizzato da sole. Ciò dimostra che in realtà cè molta gioia nella tua creatività.

Siamo tutti naturalmente inclini a creare contenuti. Molte piattaforme con questo aspetto della creazione di contenuti, come Instagram e Snapchat, che sono davvero coinvolgenti e coinvolgenti, ti consentono di connetterti con i tuoi amici esistenti, ma non ci siamo ancora arrivati ​​con piattaforme che ti presentano nuove persone.

Cosa sbaglia la maggior parte dei brand riguardo al marketing per la Gen Z?

Penso che molte persone feticizzino la Gen Z, e penso che sia piuttosto disgustoso. Ho visto articoli come “Hacking Gen Zs Mind” o “What these Emojis Actually Mean To Gen Z”. Penso che sia il modo sbagliato di affrontarlo. Non puoi pensare alla Gen Z come a un mercato o a un cliente da sbloccare.

Il modo per costruire per la Gen Z è non pensare a ciò che comprano o consumano, ma pensare alle circostanze che hanno plasmato la loro generazione e il loro comportamento. Quello per cui abbiamo costruito è lidea che la Gen Z sia davvero a suo agio con le relazioni digitali. Hanno creato relazioni digitali per tutta la loro vita, sono cresciuti online. I loro amici online sono significativi quanto le relazioni che instaurano di persona. Ho molti amici che si sono fatti veri amici per tutta la vita attraverso i giochi, attraverso Neopets, attraverso queste comunità online molto comuni tra le giovani generazioni.

Penso che la Gen Z riguarda davvero la comunità. Anche su TikTok vedi questo senso reciproco di forma della comunità: “Ehi, ho fatto questa cosa, dai unocchiata” o “Facciamo saltare in aria questa canzone, aiutami ad arrivare a 100.000 visualizzazioni”. È un desiderio reciproco di aiutarci a vicenda.

Come stai costruendo il brand e la community di Monet?

Con il nostro Discord, le persone hanno iniziato a giocare sul nostro server. Sono lì tutte le sere della settimana. Ne è uscita una vera comunità. Sono diventati veri amici e si sono collegati tramite questa piattaforma. Monet forma intrinsecamente relazioni. Abbiamo visto questo tweet in cui una ragazza che viveva a St. Louis e un ragazzo che viveva a Los Angeles si sono incontrati su Monet e sono volati per incontrarsi di persona. Cè molta gioia nelle relazioni e nel vederle prendere forma.

In termini di brand, le app di appuntamenti possono essere una cosa piuttosto strana. Non vuoi essere scoperto su Tinder, giusto?È un po come “Non sono molto orgoglioso di essere su questa app in questo momento”.

Ma poiché Monet è stato un posto sano e unattività divertente per fare per incontrare gli amici, abbiamo visto che molti membri della nostra comunità si sentono davvero orgogliosi di rappresentarlo e condividerlo.

devo chiedere. Suggerimenti per il marketing del marchio su TikTok?

Penso che molti approcci diversi possano funzionare bene. Per noi eravamo allinizio del nostro viaggio, quindi è stato uno di quelli, “Condividiamo la nostra storia, dai unocchiata, aiutaci us out “, cose del genere.

Ma onestamente, il mio consiglio è solo di essere sincero. Non prenderlo troppo sul serio. Le cose scoppiano continuamente. Le cose non scoppiano continuamente. Non è un grosso problema. Continua a provare finché non ottieni qualcosa di giusto. E poi non essere troppo sporco, gli spettatori non sono solo clienti, non stai solo gareggiando per la loro attenzione. Crea contenuti divertenti che aiutino le persone o che spargano la voce sul tuo marchio.

Desideri ulteriori approfondimenti da Rho Business Banking? Iscriviti alla nostra newsletter qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *