Behind the Lens – Frank Bell (Italiano)

Pubblicato il

Questa settimana a Behind the Lens ci incontriamo Frank Bell , un fotografo di strada scozzese che ora vive a Chicago.

(Alexander Wrigley) (15 aprile 2018)

Behind the Lens è una serie in corso di articoli e interviste che esplorano il processo di pensiero alla base di fotografi di successo ed eccellenti. Ti porta dietro lobiettivo di unimmagine particolarmente eccellente e spiega gli elementi tecnici e creativi che sono stati utilizzati per creare la fotografia.

Foto di Brendan Carroll

Le immagini evocative e stimolanti di Frank hanno attirato lattenzione profilo clienti come VSCO e Apple, ma di solito puoi trovarlo a fotografare le ombre di Chicago. Questa settimana esaminiamo il suo scatto di strada perfettamente composto dal trambusto dellora di punta di Chicago.

Click and Learn Photography: Ciao Frank, primo puoi parlarci un po di te? Da quanto tempo ti occupi di fotografia e che cosa ti ha portato alla forma darte in primo luogo?

Frank: Mi occupo di fotografia dal 2003/2004 circa, proprio quando Canon ha iniziato a produrre reflex digitali consumer. Avevo usato le fotocamere da bambino, ma era sempre solo un mezzo per un fine, non cera mai niente di creativo dietro. Ma subito dopo essermi trasferito negli Stati Uniti da Edimburgo, in Scozia, ho comprato questa piccola fotocamera da 1.3mp su eBay e me ne sono innamorato. Non ci stavo facendo niente di eccezionale, ma ha rimosso quella barriera di costo che esiste con le riprese su pellicola, quindi sono stato in grado di portarlo ovunque con me.

Penso che cosa mi ha portato alla fotografia allinizio luogo era la posterità di esso. La capacità di vedere qualcosa e conservarne una registrazione visiva. Adoro vedere le vecchie foto, soprattutto degli anni 80 e dei primi anni 90, con data e ora stampigliate sul davanti. Sono come ricevute di momenti estremamente specifici della vita di qualcuno.

Fai clic e impara a fotografare: Questo è un modo davvero interessante di vederlo. Mi piace lidea che le fotografie siano testimonianze di momenti nel tempo.

È questo che alla fine ti ha portato alla fotografia di strada? Documentare momenti ordinari in una giornata ordinaria di persone comuni, ma tutto in modo straordinario e artistico?

Frank: Non credo di essere ancora allo stadio” straordinario “, ma questo è sicuramente un obiettivo. Amo i dettagli banali e banali che fanno parte della giornata e della vita di tutti, ma a cui nessuno presta attenzione. Come le ombre.

Ciò che mi ha attirato verso la fotografia di strada è stato proprio il fatto di trasferirmi a Chicago. Non ho mai vissuto in una città così grande prima dora e potrei esplorarla ogni giorno con tutte le persone diverse e con unarchitettura e una luce sorprendenti. Cè qualcosa da vedere e da catturare ovunque, quindi è quello che ho fatto: ho esplorato e girato più che potevo.

Poi un giorno, in piena estate, un paio di anni fa ho scattato alcune foto dallalto di un parcheggio in centro, che dava sulla strada, e tutti avevano ombre molto lunghe e parti della strada erano tutte al buio. Quel giorno ero appassionato e mentre lo facevo sempre di più continuavo a pensare “È così bello, perché le persone non prestano più attenzione a niente di tutto ciò?”

Quindi laspetto ombre / luce trovata della mia fotografia è sicuramente nato dal tentativo di creare qualcosa di interessante con qualcosa generalmente percepito come banale e che tutti diamo per scontato.

Fai clic e impara a fotografare: Questo è ciò che mi piace di più del tuo lavoro e ciò che mi ha attratto in particolare di questo scatto. Il contrasto tra luce e ombra è così ben pronunciato e aggiunge un profondo senso di mistero allimmagine, e in alcuni casi quasi una sensazione di presentimento. È completamente diverso da gran parte della fotografia di strada che vedo e fa sicuramente risaltare le tue immagini.

Dalla mia limitata esperienza nella fotografia di strada è incredibilmente difficile catturare quei dettagli banali in un modo interessante. Quanto tempo hai impiegato per iniziare ad avere successo con i tuoi scatti di strada? Era qualcosa per cui ti sei trovato naturalmente ad avere occhio o ci sono voluti molti fallimenti prima di iniziare a catturare immagini come questa?

Frank: “Successo” per la mia fotografia di luce trovata che definirei come arrivare al punto in cui ero costantemente molto soddisfatto di quello che stavo facendo, e probabilmente ci è voluto fino a quando sono passato al bianco e nero; forse un anno e mezzo, intorno a gennaio 2017. È stato un anno e mezzo in cui ho scattato migliaia di foto ogni settimana nel tempo libero, uscivo con la mia macchina fotografica ogni volta che potevo.

Fino a quel momento avevo scattato a colori e quando sono migliorato nella fotografia, il mio editing non è migliorato molto e mi sentivo frustrato troppo spesso per come stavano venendo alcune delle mie foto. Ho provato tanti tipi e stili diversi prima di finire in bianco e nero, e ho passato troppo tempo a cercare di seguire le tendenze e di essere come gli altri fotografi. Mi sono reso conto che stavo rimandando la mia crescita personale e i miei miglioramenti solo per punti interessanti di Internet, quindi stavo cercando attivamente di passare comunque a qualcosa di diverso.

Ciò che è cambiato quando sono passato al bianco e nero è stato che è stato rimosso tutte le distrazioni di colore diverso e concentrare lattenzione sulle ombre (che è quello che stavo cercando di fare con il colore ma non ci sono riuscito.) Nellesempio sopra, linsegna al neon sul treno dice Linden in bianco circondato da viola, ed è stata la prima cosa che hai visto nella versione a colori. In bianco e nero fa sì che la persona e la sua ombra attirino i tuoi occhi per primi. Una volta acceso, è andato a posto e ha iniziato lentamente a cambiare il modo in cui vedevo la luce e le ombre e, infine, il modo in cui ho scattato.

Tanti “fallimenti”, ma ne hai bisogno per crescere, imparare e capire cosa ti eccita, sai?

Click and Learn Photography: Penso che tutti i tipi di fotografi abbiano difficoltà a definire il proprio stile, ma una volta che finalmente rompono gli schemi e smettono di fare affidamento sulle tendenze di Internet, puoi davvero vedere un notevole miglioramento nel loro lavoro. Cè una bellissima citazione di Henri Cartier-Bresson sul tema del fallimento e della crescita a cui mi piace fare riferimento: “Le tue prime 10.000 fotografie sono le tue peggiori”.

passare al bianco e nero è qualcosa che vedi molto nella fotografia di strada, ma sembra che la maggior parte lo faccia solo perché è quello che fanno tutti gli altri piuttosto che pensare a quali siano le reali ragioni dietro. Tuttavia, sembra che tu abbia lapproccio giusto, ed è qualcosa che emerge anche nel tuo montaggio con lenorme contrasto e i neri profondi. Quali programmi e tecniche utilizzi per la tua post-elaborazione? Cè qualcosa di avanzato o sono solo le solite modifiche a fare un passo avanti?

Frank: Quando scatto quasi sempre sottoespongo. Per uno, rende le ombre ancora più profonde e scure senza dover fare troppo affidamento sulla post-elaborazione, e due, significa non soffiare le luci al punto in cui il loro dettaglio è irrecuperabile. Entrambi si aggiungono allaspetto ad alto contrasto in molte delle mie foto, anche se in realtà non utilizzo il cursore del contrasto quando modifico.

Uso Lightroom sul mio computer per organizzare e modificare e VSCO sul mio iPhone. Quando mi sono trasferito per la prima volta a Chicago, sono salito a casa sul treno e ho copiato le foto dalla mia fotocamera al mio telefono e le ho semplicemente modificate in VSCO durante il viaggio di ritorno, e lho fatto per circa 9 mesi. Poi ho acquistato Lightroom per il mio PC e ho iniziato lentamente ad insegnare a me stesso negli ultimi due anni e mezzo circa. Allinizio usavo i preset VSCO e cambiavo le loro impostazioni un po , e poi ho finito per avere dozzine di miei preset diversi, e li stavo usando e perfezionando fino a quando non sono passato al bianco e nero lo scorso gennaio. Alcune delle foto di quei primi giorni preimpostati hanno un aspetto terribile ahah.

Ora in bianco e nero, non uso affatto le preimpostazioni e faccio a malapena molte modifiche. Ogni foto che modifico mi limito a convertire in bianco e nero, regolare lesposizione, le luci, i bianchi, le ombre e i neri secondo necessità, ritagliarla, rimuovere qualche macchia su piccole distrazioni, e questo è onestamente tutto. La maggior parte delle volte non faccio nemmeno così tanto, che è una delle bellezze dellediting in bianco e nero.

Fai clic e impara a fotografare: Capisco perché, è sicuramente un processo più gratificante farlo arrivare direttamente nella fotocamera e riduce anche il temuto tempo del PC!

Ora che hai finalmente trovato il tuo stile hai progetti per il futuro riguardo alla fotografia? Forse qualche luogo da sogno che vorresti visitare o altre tecniche o generi che ti interessano? Hai mai pensato di tornare a girare Edimburgo? Avendo visitato prima posso sicuramente vedere il potenziale fotografico lì.

Frank: Ho decisamente intenzione di girare di nuovo a Edimburgo. Ho scattato un po quando sono tornato in visita, ma da quando mi sono appassionato alla fotografia non sono mai riuscito a passare solo giorni e giorni a girare lì per scattare foto. Guardando indietro, prima di trasferirmi negli Stati Uniti, davo per scontata la bellezza, la storia e la cultura di Edimburgo. Immagino di aver pensato che avrei vissuto lì molto più a lungo di me, e quando sei circondato da queste cose ogni giorno, si confondono con lo sfondo. Soprattutto quando hai 20 anni e tutto ciò che ti interessa davvero è il calcio, la musica e le ragazze. Così ora, quando torno, vedo le cose attraverso lobiettivo di ciò che renderebbe una buona foto, ed Edimburgo ha così tanti livelli, come nella Città Vecchia, che rende la luce così unica che potrei passare ore solo su alcuni strade.

I miei piani per il futuro sono uscire da questo stile e provare qualcosa di nuovo. Ho un sacco di idee e sto lentamente arrivando al punto in cui sto iniziando a realizzarne alcune, quindi probabilmente farò più concept shoot, ritratti, copertine di album. Questanno sto decisamente iniziando a girare video e sto lavorando per ricreare i miei ritratti in ombra con la luce artificiale in modo che possa essere mobile e posso farli quando non cè il sole. Spero anche di aprire uno studio nel mio quartiere a Chicago (Old Irving Park), e ho organizzato una serie di mostre darte pop-up per artisti locali nelle vetrine vuote di Irving Park, quindi quelle sono probabilmente le le cose più importanti su cui sto lavorando questanno.

Ci sono così tanti posti che voglio visitare e fotografare. Marrakech, Oslo, Tokyo, San Pietroburgo, Rio De Janeiro, Singapore, Seoul, Nuova Zelanda nella sua interezza. Io e la mia ragazza stiamo facendo un viaggio a Los Angeles e Joshua Tree a maggio e sono eccitato per labbondanza di sole, ma non vedo lora di giocare con la luce là fuori. È un altro posto che non visito da quando ho iniziato a fotografare.

Clicca e impara a fotografare: Questa è la bellezza della fotografia – Ti fa sicuramente sedere e prendere atto della cultura e della storia di tutto ciò che ti circonda. La stessa identica cosa è successa a me e alla zona in cui vivo quando ho iniziato a fare fotografia.

I tuoi piani sembrano abbastanza ben congegnati. Hai qualche lavoro di questo nuovo stile che è pronto per essere condiviso e su cosa hai intenzione di lavorare in studio? A quanto pare sarai molto impegnato, quindi spero che tu abbia un po di tempo per adattarti a tutto quel viaggio!

Frank: Ho alcune idee per i concept shoot in studio, ma prima devo costruire un paio di cose. Voglio anche provare a trasformarlo in una sorta di mostra personale interattiva di luci / ombre, ma ho bisogno di scriverlo e rimpolparlo perché per lo più vive nella mia testa al momento. Oltre a questo, il lavoro che voglio fare lì per ora è solo fare pratica con la luce artificiale e migliorare in questo modo da poter produrre più lavoro in studio, soprattutto perché mi piacerebbe rendere mobili i miei ritratti in ombra.

Ho condiviso un po del mio “nuovo stile” su Twitter ( @ 12headedboy ) ma sono più solo io a giocare con i modelli di ripresa e editing a colori per ora. Quando avrò qualcosa su cui mi sento meglio, probabilmente lo condividerò con un pubblico più ampio, ma per ora la maggior parte mi sto aggrappando.

Fai clic e impara a fotografare: Sembra davvero interessante, non vedo lora di tenerlo docchio! Le tue idee con le ombre hanno sicuramente il potenziale per alcuni progetti interessanti e puoi vedere che è ancora una parte enorme del tuo lavoro anche in questi nuovi stili. Il tuo lavoro sul colore è davvero molto interessante; è molto attenuato, quindi mantiene quel realismo senza lasciare che il colore sopraffà limmagine e toglie la composizione e la tonalità.

Non vedo lora di vedere tutti i tuoi piani riunirsi in il futuro. Grazie per aver chattato con noi Frank!

Frank Bell è un fotografo di strada originario della Scozia, che ora opera a Chicago. Ha una passione per la luce e lombra e le sue misteriose immagini di strada hanno attirato linteresse di marchi come VSCO e Apple. È anche luomo dietro Unrecordedmu.com e cura gallerie darte pop-up nel suo quartiere di Chicago . Fai clic di seguito per vedere altri suoi lavori.

Originariamente pubblicato su www.clickandlearnphotography.com .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *